Corso OSS ridotto a 300 ore per Diplomati Istituti Professionali ad indirizzo Servizi Socio-Sanitari e Servizi per la Sanità e l’Assistenza sociale

A seguito di un proficuo lavoro di un tavolo congiunto che ha visto coinvolta la Regione Campania e l’Ufficio Scolastico regionale, sono stati approvati gli standard formativi che permetteranno ai diplomati degli Istituti professionali degli indirizzi sanitari e sociali, di poter conseguire la qualifica di OSS con un percorso formativo ridotto, come disciplinato dal Decreto Dirigenziale Regione Campania n. 35 del 28/01/2020.

Sulla base delle nuove regole, infatti, i giovani diplomati potranno conseguire la qualifica di OSS con un corso di sole 300 ore (invece che 1.000 ore) da svolgere in circa 3 mesi (invece degli attuali 12 mesi circa).

Si tratta di una novità importante per tale tipologia di diplomati che renderà più veloce il loro ingresso nel mondo del lavoro, riducendo tempi e costi, atteso i numerosi concorsi che si stanno svolgendo in Campania per tale figura professionale sempre più richiesta.

Quali argomenti si studieranno durante il corso in aula ?

Gli argomenti che saranno trattati sono riconducibili alle seguenti aree:

a) Promozione benessere psicologico e relazionale della persona
b) Cura bisogni primari della persona
c) Adattamento domestico-ambientale
d) Assistenza alla salute della persona

È previsto lo Stage ?

Dopo aver svolto la parte teorica, gli allievi dovranno svolgere un tirocinio pratico di 170 ore, guidati da tutor aziendali presso cliniche private od ospedali pubblici. A tal fine la Selform è convenzionata con numerose cliniche private ed ospedali pubblici delle province di Napoli e Caserta.

Quali gli sbocchi professionali per un OSS ?

L’Operatore Socio Sanitario svolge il proprio lavoro nei servizi sanitari e sociali gestiti da enti pubblici (ospedali pubblici), da cooperative sociali e da altre tipologie di aziende private (cliniche private). Può quindi lavorare in ospedale e negli altri servizi sanitari, nei servizi sociali (comunità alloggio, residenze per anziani, centri diurni, ecc.) o a casa delle persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *